L'Accademia

L'Accademia Maestri Pasticceri Italiani, sintesi della professionalitÓ della pasticceria - Fare clic per ingrandire

L'Accademia Maestri Pasticceri Italiani, sintesi della professionalitÓ della pasticceria

Associazione nata nel 1993 allo scopo di qualificare l'arte della pasticceria italiana e i professionisti che meglio la rappresentano. Istituita, organizzata e gestita in base a principi rigorosi e a controlli severi, oggi è considerata il maggior riconoscimento che uno chef pasticcere e il suo laboratorio possano ottenere. Una volta inoltrata la domanda, i membri onorari dell'AMPI visitano il laboratorio e il negozio, analizzano gli ingredienti utilizzati ed esaminano la professionalità del personale, compresa l'attenzione che essi rivolgono ai clienti. Se questo primo esame ha esito positivo, si passa all'esame pratico a Brescia in cui, lo chef, presenta a tutti i membri un dolce o una pièce. Superato l'esame, si entra a far parte dell'Accademia e, periodicamente, ci si sottopone ad esami di rinnovo.
Ogni anno, a Brescia, si tiene il simposio tecnico dei membri professionisti e il simposio aperto al pubblico a cui partecipano radio, TV e stampa. In queste occasioni vengono esposte delle pièce attinenti a un tema assegnato e i professionisti partecipano al concorso dei mignon e del dolce, valutato dalla giuria tecnica e da giornalisti specializzati. Un appuntamento unico e importante per tutti i membri dell'AMPI che non partecipano solo per prestigio ma, soprattutto, per sposare un modo di lavorare e una filosofia creativa e professionale. Ecco perché Luca è così orgoglioso di farne parte!


L'Accademia di Luca

Nati sotto il segno del cuoco, unitevi!
La sera, il laboratorio si trasforma in accademia per il piacere di condividere con professionisti e privati la propria passione. Non si tratta solo di insegnare tecnica e trucchi per eseguire ricette impartite, si tratta di sperimentare nuove forme di gusto e di abbinamenti, capire il perché si lavorano gli ingredienti in un dato modo e secondo un certo ordine, perché si utilizzano determinati ingredienti o preparazioni, perché accostamenti diversi possono restituire sapori e effetti decorativi così diversi tra loro. Anche in cucina, la curiosità e la continua ricerca di risposte costituiscono l’unica via per renderci liberi di creare.

 

 
 
ANPI
Ori nuovo accademico